Il mio collega bot

I chat bot sono una invenzione molto interessante.

Fra tante riflessioni in merito, mi piacerebbe aggiungere il mio modesto punto di vista: la sfida che ci attende non è solo quella di migliorare gli algoritmi perché imparino a gestire le conversazioni in maniera sempre più intelligente… ma – per quanto sia paradossale – siamo anche noi che dobbiamo imparare a parlare con loro!

Ecco la mia. Ho passato un’ora a discutere con il bot Facebook di Fastweb che era andato in loop e non se ne usciva in nessun modo. Gliene ho dette di tutti i colori e mi sono divertito anche a offenderlo! Debbo ammettere che non se l’è presa, come era prevedibile.

A un certo punto ho capito! e mi è bastato scrivere la parola “umano” e lui si è arreso … “Va bene, scrivimi brevemente la tua richiesta e la passerò ai miei colleghi umani“. Confido che siano migliori del bot altrimenti questo modem non mi arriverà mai…

Ma la cosa che mi ha fatto più pensare è la parola “colleghi”. Ecco il futuro che ci aspetta: essere colleghi di un bot… Speriamo che sappia fare il caffè!

Copyright © Akama

Built on Notes Blog Core
Powered by WordPress